MITO ALIMENTARE NUMERO 3 – I CARBOIDRATI FANNO MALE

MITO ALIMENTARE NUMERO 3 – I CARBOIDRATI FANNO MALE

Vuoi perdere peso? Devi mangiare meno carboidrati!

Quante volte hai sentito dire questa frase? Magari non stai nemmeno cercando di perdere peso, eppure ti sei comunque sentito dire di mangiare meno carboidrati; ma perché?

Come sempre il problema sta nel, come si dice “fare di tutta l’erba un fascio”, credere che tutti i carboidrati siano uguali. Chiaramente non è così!

I carboidrati sono la fonte principale e preferenziale di energia del tuo corpo, soprattutto durante l’attività fisica, quindi la prima cosa da fare spesso non è limitare il consumo di carboidrati, ma scegliere quelli giusti.

In verità, che mangi una caramella o una patata dolce, il tuo corpo andrà a convertire entrambi in glucosio (forma più semplice di zucchero), la differenza sostanziale sta nel tempo di trasformazione e digestione. La batata richiede tempi molto più lunghi, promuovendo minore sbalzo glicemico e a parte i carboidrati contiene molti altri nutrienti, come fibre, vitamine, minerali e perfino una piccola quantità di proteine.

La differenza principale è nell’apporto nutrizionale dell’alimento. Puoi facilmente capire come possa essere diverso mangiare 100gr di caramelle o 100gr di batate al forno. Il primo ti darà una carica immediata, ma breve e se si abusa può provocare infiammazione cronica e scompensi della flora intestinale. Il secondo ti darà una carica più sostenuta, ti terrà sazio più a lungo e andrà a nutrire la tua flora batterica intestinale, rinforzandola.

Vorrei anche fare un piccolo accenno ai succhi di frutta. Spesso si pensa che questi siano salutari, soprattutto se fatti freschi, ed in parte lo sono, sicuramente più dei succhi comprati, i quali sono quasi privi di qualsiasi nutrimento e rimangono solo ricchi di zuccheri semplici. Anche la centrifuga o estratto però non è salutare tanto quanto il frutto, in quanto perde le fibre e quindi porta comunque ad un innalzamento superiore degli zuccheri nel sangue. È inoltre importante aggiungere il succo di limone, come base per qualsiasi succo fresco, in quanto questo ne limita l’ossidazione e conserva i nutrienti più a lungo.

Quando mangi la giusta quantità e qualità di carboidrati, ti puoi aspettare di:

  • Perdere peso
  • Sentirti pieno di energia e vitalità.
  • Sentirti più calmo e dormire meglio.
  • Avere meno voglia di dolci.
  • Migliorare le funzioni ormonali

Se sei un atleta, l’uso strategico dei carboidrati semplici durante l’attività può aiutarti a mantenere la prestazione per più a lungo, promuovere il recupero, ridurre lo stress fisico provocato dall’attività e raggiungere i tuoi obbiettivi sportivi. Se invece il tuo obbiettivo è perdere o mantenere il peso, ridurre dolori e problematiche dovute a infiammazione cronica e ridurre l’invecchiamento, la soluzione è concentrarsi nel consumare solo carboidrati sani come verdure, tuberi, legumi e cereali integrali; limitando i dolci a feste e ricorrenze speciali.

Ma se proprio non riesci a farne a meno, prova almeno a consumare i dolci solo subito dopo aver fatto del movimento da moderatamente a vigorosamente intenso. Durante l’attività fisica intensa la muscolatura viene private delle scorte di glicogeno, che vengono usate per generare energia durante l’attività. Nei 40 minuti successivi all’esercizio ti trovi nella cosiddetta “Finestra anabolica”. Durante questo tempo il corpo è più incline alla metabolizzazione degli zuccheri semplici, in quanto vengono usati per rimpiazzare il glicogeno consumato invece di essere trasformati e immagazzinati nei tessuti adiposi, cosa che avviene se li consumi in qualsiasi altro momento della giornata.

Spero tu abbia capito che i carboidrati non sono il nemico, anzi, fanno parte di un’alimentazione sana ed equilibrata e possono aiutarti a vivere una vita a pieno.