PILASTRO 1 – MOVIMENTO

PILASTRO 1 – MOVIMENTO

“La vita è come andare in bicicletta, per mantenerne l’equilibrio devi continuare a muoverti” Albert Einstein

Il corpo umano si è evoluto per muoversi, correre, cacciare, combattere; tuttavia passiamo la maggior parte dei nostri giorni passando da un ufficio a un computer, alla macchina, al divano e al letto. Non c’è da meravigliarsi se il corpo si scordi come muoversi propriamente quando proviamo a correre, a partecipare a una nuova sfida di fitness o magari a giocare con i nostri figli o nipoti, ed è cosí che si comincia a sentire qualche nuovo dolore insignificante, che però col tempo va ad amplificarsi in maniera cumulativa dovuta anche alle compensazioni avvenute per forzare un movimento ormai disfunzionale.

È ormai risaputo che per il benessere generale si consigliano almeno 30 minuti di esercizio moderato al giorno, per esempio una camminata veloce o una corsetta leggera. Questo è un’ottimo punto di partenza ma risponde solo ad una parte dell’equazione, promuovendo il funzionamento del sistema aerobico cardiaco. Per migliaia di anni l’uomo ha dovuto non solo muoversi a piedi ma anche trasportare, sollevare e spingere carichi per costruirsi un tetto sopra la testa o anche solo per trovare cibo. Oggi troviamo tutto già fatto ma il corpo umano non è cambiato, ha ancora bisogno di questi stimoli per mantenere ossa forti e una muscolatura elastica e funzionale. Per promuovere salute e longevità è anche essenziale aggiungere potenziamento fisico al mix, cioè sollevamento pesante per poche ripetizioni, e contrariamente alle credenze popolari, più si invecchia e più questo diventa importante per mantenere muscolatura e densità ossea; il potenziamento muscolare è quindi la migliore prevenzione contro l’atrofia muscolare e l’osteoporosi.

È dimostrato che l’esercizio fisico non solo promuove il benessere fisico ma anche mentale, letteralmente aumentando l’attivazione di parti del cervello altrimenti quasi dormienti. La realtà è che il cervello umano come quello di qualsiasi altro animale si sviluppa tramite il movimento e l’interazione con l’ambiente circostante, più sono le stimolazione a livello sensoriale e propiocettivo (propiocezzione è la consapevolezza della posizione del proprio corpo nello spazio), migliori sono le funzioni celebrali. Inoltre è stato calcolato che l’80% degli attacchi cardiaci sono riconducibili ad una carenza di esercizio fisico giornaliero, che è anche una delle cause principali per l’insorgere del Diabete di tipo 2.

Riassumendo, l’esercizio fisico regolare promuove la densità ossea, aiuta a regolare la pressione, abbassa il colesterolo, migliora la stamina (resistenza fisica), assiste nel mantenimento di una massa muscolare ideale, aumenta il metabolismo e come se non bastasse, migliora le funzioni celebrali, ti basta?!

Tieniti aggiornato sui nostri più recenti articoli su salute, postura e movimento

[mc4wp_form id=”7014″]