UN MODO ALTERNATIVO PER ESSERE PIÙ FELICE

UN MODO ALTERNATIVO PER ESSERE PIÙ FELICE

Lo sapevi che la tua postura influisce sul tuo stato d’animo, sulla tua personalità e sulla tua capacità di essere felice?

 

Ebbene si, è stato provato che chi mantiene una postura errata, per esempio, caratterizzata dalle spalle arrotondate in avanti, la testa protratta anteriormente e lo sguardo leggermente rivolto verso il basso, tende ad avere una personalità più timida e una visione della vita più negativa.

 

Scienza a parte, è facile vedere come lo stato mentale di una persona possa influire sulla sua postura. Una persona depressa tende a incurvarsi in avanti, chiudere le spalle e abbassare la testa; mentre una persona arrabbiata o in generale irritabile tenderà ad avere sempre tensione accumulata attorno al collo e alla mandibola. Se questi stati emotivi diventano abituali anche le posture a loro connesse verranno registrate dal sistema muscolo scheletrico e memorizzate, diventando col tempo la postura normale della persona.

 

Noti come si vada a formare un ciclo nel quale la postura errata porta allo stato emotivo negativo e viceversa?

 

Ma non ti preoccupare perché è vero anche l’opposto e migliorando la postura è possibile ritrovare felicità, avere un carattere più assertivo e forte e ritrovare sicurezza in te stesso/a.

 

Non ci credi? Prova a fare questo semplice test:

  1. Comincia posizionandoti con i piedi a larghezza anche, le ginocchia leggermente in dentro, spalle e schiena arrotondate in avanti e lo sguardo verso il pavimento.
  2. Adesso di a voce alta “Sono il re (o la regina) del mondo!”. Come ti senti? Poco convincente vero?
  3. Adesso, prova a posizionarti così che piedi e ginocchia siano dritti in avanti, la schiena dritta, le spalle tirate indietro e lo sguardo avanti. Ripeti le parole “Sono il re (o la regina) del mondo!”, molto meglio vero!

 

Prova adesso a mantenere la seconda posizione per 10 minuti; noterai che mantenere costantemente una postura corretta non è così semplice, richiede non solo il giusto stato emotivo ma soprattutto è necessario avere sufficiente mobilità, attivazione e resistenza muscolare.

 

Attraverso esercizi mirati è possibile quindi, non solo ripristinare la postura corretta, risolvendo dolori a schiena, cervicali e altre articolazioni; ma si può anche cambiare in meglio la propria personalità, acquisire sicurezza in se stessi, migliorare i rapporti interpersonali e in generale avere più successo nella vita privata e professionale.

 

Nella mia pratica di coaching, una delle prime cose su cui lavoro con i miei clienti e l’insegnamento di semplici esercizi da poter fare ovunque siano per migliorare la postura.

Oggi ti voglio insegnare il “Deme Schei”, un esercizio che non serve a fare l’elemosina, ma a migliorare la posizione delle spalle:

  • Posizionati in piedi con la schiena dritta, il bacino in leggera retroversione e l’addominale attivo
  • Tieni i gomiti vicino a fianchi e piegati a 90° con le mani davanti al corpo e i palmi rivolti verso l’alto
  • Espirando, retrai le spalle immaginando di voler schiacciare una bolla di sapone con le scapole e portando le mani verso l’esterno. Mantieni la posizione per un paio di secondi
  • Torna alla posizione iniziale e ripeti per 10 volte
  • Ripeti per ogni ora che passi al computer o qualsiasi altra posizione di chiusura frontale